Perché NON Devi Creare un Sito Web, MA Una Strategia Efficace di Business Online per Trovare Clienti sul Web!

Perché NON devi creare un Sito Web, ma una Strategia di Business Online Efficace se Vuoi Avere Successo!

Se stai pensando di spendere dei soldi per rifare il sito web della tua azienda o per creare il tuo sito da zero, allora vorrei farti riflettere, prima di buttare via i tuoi soldi…

Molti imprenditori e professionisti, purtroppo, corrono il rischio di spendere parecchi soldi per siti web che non servono a molto, né in termini di immagine, né economici!

Si possono spendere poche centinaia di euro (troppo poco per un sito professionale), ma anche a cifre a 4 zeri (siti grossi e complessi potrebbero giustificare tale spesa).

Il rischio avviene quando si fa un sito web solamente per far vedere ai propri clienti che si ha un sito…

D’altronde, oggi come oggi, se non hai un sito aggiornato da mostrare sul tuo biglietto da visita, i tuoi collaboratori e clienti ti diranno che sei strano, non è vero? :P

Il punto è come vengono spesi questi soldi ovvero come viene fatto il sito e quali obiettivi realizza!

Un sito web fatto senza un obiettivo chiaro e senza una strategia di business online programmata per realizzare tale obiettivo, potrebbe rivelarsi un investimento a vuoto, un costo senza ritorno economico.

Non vuoi buttare i tuoi soldi a vuoto vero? Allora NON creare semplicemente un sito web…

Crea una strategia di business online, di cui il sito sarà una parte integrante all’interno di un investimento redditizio, in grado di generare visibilità, clienti e vendite!

Ma come puoi fare tutto questo?

Lo vedremo tra poco, ma prima vorrei farti riflettere su come stimare il budget da allocare e come evitare di buttare i soldi nella creazione di un sito web…

 

Come Evitare il Rischio di Buttare i Soldi Creando un Sito Web 

Il Valore Reale del Tuo Sito Web

Oggi esistono un sacco di siti e servizi low-cost che ti permettono di creare a pochi euro (alcuni persino gratis) dei siti molto “fighi”, senza avere competenze grafiche o tecniche…

Bello, semplice ed economico, indubbiamente!

Però, vorrei farti una semplice domanda:

Quante volte nella tua vita qualcuno ti ha donato qualcosa di grande valore, gratuitamente?

A me personalmente, mai nessuno! Se poi tu hai avuto maggior fortuna, sono contento per te. ;)

Di norma, economicamente parlando, il prezzo monetario dovrebbe corrispondere al valore del bene che viene valutato.

Dunque, a basso valore dovrebbe corrispondere basso prezzo, mentre all’aumentare del valore del bene dovrebbe aumentarne anche il prezzo.

Direi che è un concetto scontato, giusto?

Pensa a quando devi comprare un’automobile. Ti rechi al concessionario e, probabilmente, troverai dei modelli nuovi e dei modelli di auto usate, che ovviamente non avranno le stesse quotazioni.

Le auto nuove dovrebbero durare più a lungo, essere più integre, avere maggiori optional, ecc., e quindi il loro valore sarà più elevato rispetto alle auto usate.

Dunque, al concessionario, come in tutte le altre tue scelte nel corso della tua vita, farai una valutazione sul valore dell’auto e poi valuterai se il prezzo è adeguato.

In altri termini, solo stimando il valore di ciò che acquisti, potrai scegliere in modo corretto i soldi che sei disposto a spendere.

Questo ovviamente funziona anche per il tuo business e devi applicarlo anche nelle tue scelte strategiche a livello digitale, compresa quella relativa al tuo sito web!

La domanda che ti devi porre è:

Qual è il valore del tuo sito web? Qual è il valore della tua strategia digitale? Quale sarà il valore a livello economico e di immagine che porteranno al tuo conto economico?

Un sito web può generare potenziali clienti a lungo termine, nell’arco di anni!

Un canale social può sviluppare una community di fan in grado di generare passaparola sul tuo brand, fino a farlo diventare virale e/o conosciuto in tutto il tuo mercato!

Una mailing list creata e alimentata da comunicazioni via mail e newsletter può crescere fino a diventare un vero e proprio strumento di vendita di massa!

Dunque, il tuo sito e la tua strategia digitale possono rappresentare asset determinanti per la crescita della tua attività, su cui, però, dovrai investire tempo, cura e budget!!!

Il Budget da Allocare per la Tua Strategia di Business Online

Quanto budget? La stima non si può fare in modo assoluto, perchè dipende dal tipo di business, dal tipo di prodotti e servizi venduti, dal budget di marketing a disposizione, dalle dimensioni del mercato, dalla stagionalità, ecc..

Ma voglio lasciarti questi 3 scenari ipotetici sui quali riflettere:

  1. Puoi fare un sito “fai-da-te” gratis o da poche centinaia di Euro, senza investire in pubblicità, comunicazione e altro: a meno che non intendi sfruttare qualcuno gratuitamente, avrai tra le mani un’automobile usata, direi una utilitaria da oltre 150.000 km e probabilmente immatricolata non meno di 10 anni fa.
  2. Puoi farti fare un sito da almeno 1.000 Euro fino a 5.000 Euro o 20.000 Euro, ma senza investire in una strategia di business digitale: probabilmente avrai un lavoro molto ben fatto e di qualità da parte di professionisti competenti, ma senza una strategia e degli obiettivi, sarebbe come comprare una Lamborghini e lasciarla chiusa in garage!
  3. Puoi decidere di realizzare una Strategia di Business Online in cui il sito può valere anche molto meno di 1.000 Euro, ma in cui definisci degli obiettivi e in cui investi del budget in pubblicità, comunicazione, servizio clienti, email marketing, sviluppo social o quant’altro ti serva per realizzare i tuoi obiettivi, allora si che avrai un’auto da corsa pronta a sfrecciare verso grandi traguardi!

Ricorda sempre, che nel marketing digitale, come per qualsiasi altra attività strategica, i professionisti competenti e i servizi di qualità superiore si fanno pagare!

Ora sta a te scegliere cosa fare: creare un sito web da pochi euro tanto per essere online o considerare la strategia di business online come un vero e proprio investimento?

Se hai scelto la prima risposta, puoi smettere di leggere… se hai scelto la seconda risposta, puoi continuare! ;)

 

Come Realizzare una Strategia di Business Online Efficace

Non voglio riempirti di troppe informazioni, ma ti voglio indicare 3 step sintetici per iniziare a programmare una strategia di business online efficace!

1. Portare Traffico al Tuo Sito Web

Se il tuo sito è super figo, ma nessuno conosce la sua esistenza a parte i tuoi amici e parenti, sarebbe davvero inutile!

Sarebbe come aprire un negozio di abbigliamento con prodotti super, che si venderebbero ovunque, ma che si trova in mezzo alla campagna…

Quello che devi fare è investire per portare traffico di potenziali clienti al tuo sito web!

Il web è stra pieno di blog, guide, ebook che parlano di questo argomento…

Una volta si faceva un pò di SEO (indicizzazione sui motori di ricerca)!

Oggi si fa un pò di SEO, un pò di SEM (pubblicità sui motori di ricerca), un pò di Social Media Marketing, un pò di Online Advertising (Pubblicità Online in generale)..

Inutile, che stia a spiegarti ora le decine di strategie, tecniche, best practices, tools a disposizione…

Devi fare una scelta di make or buy (fai da te o compra all’esterno)!

Se hai tempo per studiare e formarti, fai dei corsi!

Puoi provare dei corsi in italiano, come quelli offerti da Digital Coach o dallo Studio Samo, il libro multi-autore di strategie digitali Marketers o il corso del noto blogger Dario Vignali Traffick Academy.

I corsi sono strutturati e completi, ma se sei alla ricerca di qualche idea e spunto veloce e gratuito, puoi sempre consultare i blog di Dario Vignali  o il blog Tagliaerbe.

Se cerchi qualcosa in inglese, puoi trovare i blogger più seguiti al mondo, come CopyBlogger, QuickSprout e Moz (all’interno sono disponibili anche dei veri e propri corsi strutturati).

Tutti i siti e blog citati sopra potranno esserti utili anche per i successivi punti e in generale per realizzare strategie di marketing digitale a 360 gradi.

Se non hai tempo di studiare, prova a farti un’infarinatura generale e chiedi una consulenza a professionisti esperti!

Portare traffico sul tuo sito web è il primo step, ma ciò non è sufficiente! Vediamo perchè…

 

2. Convertire i Visitatori del Tuo Sito in Potenziali Clienti Futuri (Lead)

Secondo l’autorevole blog americano specializzato nel web analytics, Kissmetrics, approssimativamente il 96% degli utenti che arrivano sul tuo sito NON sono pronti ad acquistare!

Di quel 96% ci saranno utenti che sono già tuoi clienti o che ti conoscono già molto bene, potrebbero ritornare più avanti, quando saranno pronti ad acquistare…

E che ne sarà di quegli utenti che non ti conoscono e che sono arrivati per la prima volta sul tuo sito? Magari sono utenti arrivati sul sito grazie ai tuoi investimenti per portare traffico (vedi punto 1).

Questi utenti, potrebbero non tornare mai più!

Sarebbe davvero una grande perdita di budget, ma c’è una buona notizia: possiamo rimediare a questa perdita! ;)

Se il 96% di utenti non è pronto a diventare cliente adesso, possiamo comunque farlo diventare un potenziale cliente futuro ovvero un “lead” (prospect).

In che modo? La strategia più efficace e utilizzata sul web è la raccolta di indirizzi mail e la creazione di una mailing list automatizzata!

Se stai pensando al fatto che ormai tutti hanno la casella di posta strapiena e che nessuno vuole più lasciare il suo indirizzo mail senza un beneficio e una motivazione adeguata, beh: hai ragione!

C’è rimedio anche a questo!

Innanzitutto, dovrai far capire agli utenti che riceveranno via mail contenuti davvero utili e interessanti e assolutamente niente spam, promozioni continue e contenuti irrilevanti!

E ovviamente dovrai rispettare le aspettative creando contenuti di qualità, originali, di utilità e interesse per i tuoi potenziali clienti!

In più, per accrescere la motivazione dell’utente a rilasciare il proprio indirizzo mail, puoi promettere subito un bonus/regalo riservato esclusivamente agli iscritti.

Qui riprendiamo il concetto di valore di cui abbiamo parlato sopra…

L’utente ci da una mail che per noi è un valore. Noi contraccambiamo consegnando qualcosa di valore all’utente.

Ma che tipo di bonus/regalo si può dare a un utente che si iscrive alla newsletter?

Ecco degli esempi efficaci:

  • Sconto promozionale su tutti o alcuni prodotti/servizi (es. “Iscriviti alla newsletter e ricevi un coupon di sconto del 20% su tutti i prodotti in vendita)
  • Periodo di prova gratuita del servizio (es. “Registrati via mail per accedere alla prova gratuita di 30 giorni”)
  • Consulenza gratuita (come nel caso del mio sito ;) “Iscriviti per ricevere una consulenza gratuita”)
  • Ebook Gratuito (es. “Iscriviti e scarica subito la guida per aumentare i tuoi clienti online”)

Scelto il tuo bonus, non resta che piazzare i form di registrazione mail all’interno del tuo sito.

Per inserire dei form con design efficaci, facilmente integrabili e già pronti all’uso nelle varie sezioni del tuo sito esistono dei tool molto utili, ad esempio questi che utilizzo anche io:

  • Sumome: con una versione base gratuita (esempio di bonus detto sopra) per inserire varie funzioni, tra cui form di contatto e di registrazione mail di vario genere)
  • OptinMonster: tool a pagamento specializzato e ottimizzato per la registrazione di mail con form perfettamente integrabili e personalizzabili
  • GetResponse.com: è un tool multi funzione, specializzato nell’email marketing, che comprende anche form di registrazione pronti all’uso

Ora hai del traffico di potenziali clienti sul sito e sai come convertirlo in potenziali clienti futuri, ma ancora non basta!

Dovrai anche preoccuparti di curare e alimentare il rapporto via mail con i potenziali clienti al fine di trasformarli in clienti effettivi ovvero paganti! ;)

Vediamo come fare tutto ciò nel prossimo step…

 

3. “Nutrire” i Lead e Convertirli in Clienti Veri

Ti è mai capitato di sentir nominare un prodotto o servizio, poi di dimenticarlo, e infine di decidere di acquistarlo dopo averlo sentito nominare altre 5 o 6 volte almeno?

Ecco, dobbiamo fare la stessa cosa nei confronti dei tuoi lead…

I tuoi contatti mail, infatti, sono come delle piantine appena sbocciate..

Se non le nutri, se non le innaffi, se non ti prendi cura di loro… non cresceranno e finiranno per ingiallirsi e morire!

Ok, forse la situazione non è così drammatica, ma la metafora descrive bene il cosiddetto processo di “lead nurturing” ovvero di “nutrimento” dei contatti!

L’obiettivo è semplice: continuare a coltivare il rapporto con l’utente iscritto, fornendo contenuti utili e interessanti, creando valore per lui, in modo da prepararlo all’acquisto!

NIENTE SPAM, dunque. Niente offerte e promozioni subito sparate agli iscritti.

Programma una serie di 6 o 7 email (fra poco ti mostrerò dei tool con cui inviarle automaticamente), con contenuti interessanti ed utili, inserendo ad esempio:

  • Consigli e strumenti utili (come faccio nella mia newsletter) per il tuo settore e target di riferimento
  • Storie di clienti soddisfatti, evidenziando benefici e vantaggi dei tuoi prodotti e servizi
  • Best Practices nell’uso dei tuoi prodotti/servizi o nel tuo settore (non usare toni promozionali, ma piuttosto usa testimonianze di tuoi clienti)
  • Eventuali altri bonus/regali

Queste mail serviranno a instillare fiducia e valore nel rapporto tra te, la tua attività e i tuoi lead!

Dopo aver inviato queste mail di preparazione, potrai finalmente inviare una mail di offerta vera e propria: i tuoi lead saranno più pronti per diventare clienti!

Come gestire tutto questo processo di lead nurturing?

Ti servono dei tool di Email Marketing professionali, che hanno un canone mensile di gestione, ma che sono fondamentali per vari motivi e funzionalità, ad esempio:

  • Servono per gestire la tua mailing list in modo organizzato, consentendoti di cercare, monitorare e segmentare gli utenti in base a parametri di marketing prestabiliti
  • Consentono di programmare con anticipo invii di mail in massa e di email automatiche come mail di benvenuto o email inviate in base al tempo di iscrizione
  • Forniscono report dettagliati sulle statistiche, come i tassi di apertura e click delle mail per valutarne le performance

Queste sono solo alcune delle funzioni che potrai sfruttare con i tool di Email Marketing, dei quali ti consiglio i migliori sulla base della mia esperienza o delle recensioni online:

  • GetResponse: lo utilizzo personalmente e lo ritengo davvero completo e professionale, comprendendo tra gli altri servizi, anche form di iscrizione e landing pages personalizzabili
  • MailChimp: l’ho utilizzato in passato ed è molto utile per chi vuole iniziare low-cost, grazie alla versione free fino a 2.000 iscritti, anche se la versione a pagamento risulta costosa
  • Aweber: non l’ho usato, ma è uno tra i più usati e meglio recensiti dagli specialisti di web marketing, quindi lo considero un servizio di qualità e affidabile
  • MailUp: ho provato la demo e la definirei la grande alternativa Made in Italy (e ormai internazionale), che non ha nulla da invidiare agli stranieri e che vanta il servizio clienti in italiano

 

Conclusioni

Ora hai qualche informazione in più per valutare la rilevanza di budget e risorse da destinare al tuo sito web e non solo…

Sta a te scegliere se continuare a usare il sito come semplice vetrina da mostrare e per indicarlo sul biglietto da visita oppure se iniziare a fare sul serio!

Iniziare a fare sul serio, investendo in una strategia di business online, che anche tramite il sito, ti supporti nel trovare clienti online e nel generare traffico, leads e clienti effettivi!

____________________________

Foto da Flickr:

Ken Teegardin – The Strategy Of Chess

Licenza: CC BY-SA 2.0

    Altri articoli

    Scopri tutti gli articoli